La pancetta? Tutta colpa dell’uomo di Neanderthal

Ci ha lasciato in eredità il colore della pelle e quello dei capelli. Ma anche la suscettibilità ad alcune malattie mentali, come la schizofrenia, e quell’odiosissima tendenza ad accumulare negli anni una certa pancetta. L’influsso del patrimonio genetico dell’uomo di Neanderthal su quello del genere umano di oggi, a quanto pare, sarebbe molto più ampio del previsto: a rivelarlo sono tre studi pubblicati sulla rivista Science e sull’American Journal of Human Genetics, che hanno analizzato a fondo il dna dei nostri antenati attraverso i resti di Vindija, una donna di Neanderthal vissuta 52 mila anni …read more